ALESSANDRO TRAINA – SHOWCASES GALLERY

Dal 23 settembre al 28 ottobre 2017, la SHOWCASES GALLERY di Varese ospita la mostra “ALESSANDRO TRAINA

SHOWCASES GALLERY presenta sabato 23 settembre alle ore 17, una serie di lavori di Alessandro Traina, un artista il cui linguaggio artistico tocca indistintamente sia il segno pittorico che scultoreo, attraverso un’espressione linguistica e simbolica tesa al rinnovamento e alla creazione assoluta. Le opere di Traina saranno visibili alla SHOWCASES GALLERY di Varese fino al 28 ottobre 2017.
Le opere dell’artista sono forme “mobili” composte di volta in volta, a seconda dell’equilibrio percettivo e del movimento plastico ricercato dall’artista; sono segni nitidi, di peso differente che comprimono ed espandono lo spazio. Sono creazioni di grande leggerezza, che sembrano essere sospese e galleggiare sulla parete in un equilibrio precario, ma infinito, sospese nello spazio e nel tempo. Ogni opera di Alessandro Traina, sia che si tratti di una scultura che di un’opera su carta, non può essere considerata come un risultato conclusivo, ma esprime sempre un divenire, un programma. Traina ha scelto nella sua lunga carriera artistica di utilizzare la geometria e la sua struttura logica come forma espressiva e di lavorare sullo spessore, sul “diversamente tattile” delle superfici e sulle tramature e sfumature delle sottili garze con cui le riveste.
Le sue “forme aperte” (come definite da Luciano Caramel) sono spazi in divenire in cui il punto d’incontro tra le linee di demarcazione sono l’equilibrio tra il principio e la fine.
L’esposizione è promossa da “Franco Crugnola Studio Di Architettura” di Varese, è visitabile tutti i giorni e nel weekend su appuntamento. Il catalogo, edito in proprio, è a cura di Palmira Rigamonti.

Alessandro Traina – showcases gallery. “COLLIMAZIONI” anno 2016, 43×43 cm.

ALESSANDRO TRAINA
Nasce a San Vincenzo (LI) nel 1957 ma è milanese di adozione. Frequenta la facoltà di Architettura che lascia però dopo qualche anno per dedicarsi all’arte.  Attratto dal razionalismo e dal movimento costruttivista inizia a esporre nel 1986 con una prima produzione pittorica e nel 1987 tiene a Milano la sua prima personale. Nel 1989 è invitato al Premio Saatchi & Saatchi al Palazzo delle Stelline a Milano. Negli anni Novanta il suo lavoro diventa sempre più essenziale e trova in breve tempo la sua espressione migliore nella scultura. Seguono mostre al Palazzo della Triennale a Milano, a San Pietro in Atrio a Como, al Castello di Sartirana nella rassegna “Giovane Arte Contemporanea” e alla Galleria Civica di Gallarate.
Espone in importanti personali, oltre che a Milano anche a Bologna, Torino, Trieste, Verona e Roma e qui è notato da Achille Bonito Oliva che lo invita ad una rassegna di scultura internazionale all’aperto nell’ambito del Festival dei Due Mondi di Spoleto.  Ha anche un’intensa attività in Germania e in Francia dove espone più volte a Parigi.  Il lavoro inizia a svilupparsi a cicli e viene presentato in diverse gallerie di Milano. Nel 1994 è presente al Castello di Rivara nella rassegna “Equinozio d’Autunno”, al Museo Sant’Agostino di Genova, all’Auditorium San Fedele di Palazzolo e al Chiostro S.Agostino di Pietrasanta. Espone poi in personali a Bergamo e a Udine, e qui è invitato alla Galleria di Arte Moderna nella mostra “Nuove Contaminazioni” curata da Enrico Crispolti.  Negli anni Duemila espone al Museo Civico di Albisola, alla Villa Borromeo di Senago, al Palazzo Calabresi di Viterbo, al Palazzo Prinetti di Merate, alla Villa Borbone di Viareggio e al Collegio Cairoli di Pavia. Nel 2005 realizza una scultura in permanenza per l’arredo urbano del comune di Viadana (MN). Nelle opere degli ultimi anni, partendo da figure geometriche semplici, costruisce strutture abbinando materiali tradizionali quali ferro, carta a mano, magneti, garze.  Tiene personali a Milano, Varese, Como e seguono anche esposizioni nel Museo di Palazzo Poggi dell’Università di Bologna, nel Museo Civico Parisi Valle di Maccagno, nello Spazio Cesare da Sesto a Sesto Calende e nella Galleria di Arte Moderna di Udine. Nel 2012 è invitato dalla Fondazione Zappettini di Chiavari a partecipare alla rassegna “Astratta”.  Seguono personali ad Alessandria nel 2013, a Seregno nel 2014 e nel 2016 a Vignale M.to (AL). Tra le altre mostre del 2016 è invitato da Luciano Caramel al Premio Michetti di Francavilla al Mare ed è presente alla grande rassegna della Bocconi Art Gallery di Milano e al Premio Suzzara (MN). Espone poi al Chiostro di Voltorre e Museo Floriano Bodini di Gemonio (VA). Hanno presentato il suo lavoro tra gli altri: R. Borghi, M. Campitelli, L. Caramel, L. Cavadini, C. Cerritelli, E. Di Raddo, R. Ferrario, M. Galbiati, M. Gandini, L. Giudici, C. Guidi, A. Locatelli, A. Madesani, M. Meneguzzo, E. Pontiggia, A. Rigoni, C. Rizzi, F. Tedeschi.

Sue opere sono presenti in collezioni pubbliche quali: Fondazione Sartirana Arte, Castello di Sartirana Lomellina (PV) –  Saatchi & Saatchi Advertisement, Milano – Fondazione Ursula Blickle, Kraichtal (D) – Galleria d’Arte Moderna, Gallarate (VA) – Museion, Bolzano – Museo MONA, Detroit  (USA) – Museo della Carta, Pescia (PT) – Museo di Palazzo Poggi, Università di Bologna – Civico Museo Parisi Valle, Maccagno (VA) – Cesare da Sesto,  Sesto Calende (VA) –  MAPP Museo d’Arte Paolo Pini, Milano – Galleria d’Arte Moderna, Udine – Fondazione Zappetini, Chiavari (GE) – Museo della Città di Nova Milanese (MI)

 

INFO
ALESSANDRO TRAINA
a cura di Franco Crugnola
dal 23 settembre – 28 ottobre 2017
SHOWCASES GALLERY
by Franco Crugnola Studio di Architettura
Via San Martino della Battaglia, 11 – 21100 Varese
inaugurazione sabato 23 settembre ore 17.00
dal lunedi al venerdi 9.00-12.30 e 15.00 – 17.00
sabato e domenica su appuntamento telefonando al 338 2303595

Catalogo a cura di Palmira Rigamonti

showcases.gallery@gmail.com
http://showcasesgallery.blogspot.it